Cari spettatori,

venerdì 8 maggio, alle ore 21.00 il Cinema Jolly ha partecipato all'iniziativa #riaccendilcinema: in contemporanea con la 65a edizione dei Premi David di Donatello, le sale cinematografiche italiane hanno riacceso, per una sera, le insegne e gli schermi, in attesa della riapertura e di un ritorno alla normalità. 

Il flash mob, organizzato da ANEC con hashtag #riaccendilcinema, ha voluto lanciare un messaggio simbolico agli spettatori, agli operatori e alle istituzioni con il quale si è voluta sottolineare l’importante funzione sociale che le sale svolgono quotidianamente sul territorio come luoghi di incontro, partecipazione e scambio culturale, per evidenziare la necessità di un progetto strategico per il rilancio del settore. A seguito del lockdown, infatti, 1.600 strutture cinematografiche hanno sospeso la loro attività, per un totale di oltre 4.000 schermi su tutto il territorio nazionale. 

“Le sale cinematografiche italiane riaccendono le proprie luci con l'augurio di un ritorno alla piena normalità a nome di tutta l'industria del cinema – ha detto Mario Lorini, Presidente dell’ANEC – Vogliamo lanciare un segnale importante per ricordare a tutto il pubblico che le sale cinematografiche ci sono e attendono il momento giusto per riaprire. In quel momento, avremo bisogno di tutto il calore e la passione dei nostri spettatori”. 

Noi del Jolly, oltre a riaccendere le luci, abbiamo cercato di renderci più vicini a voi, affezionati spettatori, attraverso il canale YouTube CinemaJollyLab, con un video dedicato all'evento.


Un piccolo cinema per una grande festa

Settanta sale per settanta candeline. Tra queste il cinema Jolly, scelto dall’ACEC come una fra le sedi in cui celebrare il settantesimo anniversario. Nel 1949 nasceva l’ACEC – Associazione Cattolica Esercenti Cinema – con l’obiettivo di coordinare, tutelare e promuovere le Sale della Comunità, strutture polivalenti che agiscono in ambito ecclesiale per sviluppare una pastorale della cultura attraverso il linguaggio audiovisivo. Film, ma anche rappresentazioni teatrali, concerti e qualsiasi spettacolo o forma di intrattenimento capace di radunare una comunità. Il 2019 è quindi l’anno delle celebrazioni per il settantesimo anniversario dell’associazione. Tra i festeggiati c’è anche il Cinema Jolly di Villastellone, una sala da centottanta posti per un paese di quasi cinquemila abitanti, fedele affiliato all’ACEC che quest’anno vede compiersi anche il suo ventesimo anno di attività dopo la ristrutturazione che ne consentì la riapertura. È quindi una piacevolissima coincidenza che sia stato scelto come una fra le settanta sale di tutta Italia in cui, da marzo a novembre, si sta celebrando l’anniversario dell’associazione attraverso l’iniziativa “Costruiamo la comunità – dai social network alla comunità umana”. A Villastellone il programma si svilupperà in cinque serate, sempre di giovedì, tra ottobre e novembre. Nella serata di apertura, il 10 ottobre alle ore 21.00, interverrà don Luca Peyron, docente universitario di Teologia dell’innovazione, chiamato ad affrontare il tema della complessa interazione tra comunità umana e comunità virtuale. Don Peyron dialogherà con don Mauro Grosso, viceparroco, con il sindaco Francesco Principi, con l’assessore all’istruzione e alla cultura Caterina Nicco e con i volontari che gestiscono il cinema. Nelle serate successive – 17 e 24 ottobre, 7 e 14 novembre – saranno proiettati alcuni film che raccontano diversi modi di vivere e costruire la comunità. Tutte le proiezioni inizieranno alle ore 21.00. Con questo programma il cinema Jolly vuole affermare di essere una realtà tutt’altro che spenta, nonostante il fortissimo potere di attrazione che i vicini multisala hanno sul pubblico, e impegnarsi a vivere sempre di più la propria vocazione di Sala della Comunità.

Prossimamente al cinema!

Prossimamente Film d'Essai!

Informazioni ex art. 9, c. 2 e 3 del DL. 8 agosto 2013, n. 91 convertito con L. 7 ottobre 2013 n. 112